Germania, donne e uomini del nuovo governo di Olaf Scholz

  • L’8 dicembre la conservatrice Angela Merkel ha definitivamente lasciato il governo della Germania
  • Il nuovo cancelliere è il socialdemocratico Olaf Scholz. Il suo governo è composto da otto donne e otto uomini
  • A sostenere l’esecutivo sono gli stessi socialdemocratici, assieme ai Verdi e ai liberali
  • L’ecologista Annalena Baerbock è la prima donna ministra degli Esteri
  • I due membri più giovani sono la stessa Baerbock e la ministra della Famiglia Anne Spiegel
  • Alla salute l’epidemiologo Lauterbach, mentre si parla di rendere obbligatorio il vaccino anti-Covid

Il nuovo cancelliere della Germania, Olaf Scholz, è entrato in carica. Nei primi giorni di dicembre ha infatti completato la lista dei ministri che compongono il proprio governo, sostenuto dal partito socialdemocratico (Spd), assieme ai Verdi e ai liberali (Fdp). La squadra è formata da sedici membri: quattro donne e quattro uomini per la Spd, tre donne e un uomo per gli ecologisti, una donna e due uomini per l’Fdp.

L’ecologista Annalena Baerbock è la prima donna ministra degli Esteri

Di particolare importanza la nomina di Annalena Baerbock, 40enne, al ministero degli Esteri: l’ex candidata alla cancelleria per i Verdi sarà la prima donna a dirigere la diplomazia tedesca. Si tratta anche del ministro più giovane del nuovo governo, assieme Anne Spiegel, che si occuperà della Famiglia, coetanea. Il più anziano è invece lo stesso Scholz, 63enne.

Anche i leader dei partiti faranno parte dell’esecutivo. Christian Lindner e Robert Habeck, presidenti dell’Fdp e dei Verdi, dirigeranno due ministeri-chiave: quello dell’Economia e quello del Clima. Il dirigente ecologista occupa anche il posto di vice-cancelliere. Secondo le analisi della stampa internazionale i due personaggi rischiano a breve di generare conflitti all’interno del governo, vista la grande distanza politica che li separa.

Il candidato socialdemocratico tedesco Olaf Scholz
Il cancelliere socialdemocratico tedesco Olaf Scholz © Sean Gallup/Getty Images

Tra i ministri di Economia e Clima il rischio di conflitti

Lindner tenterà probabilmente di mantenere l’ortodossia sul budget, particolarmente cara ai liberali. Mentre Habeck tenterà di ottenere investimenti per imprimere alcune svolte in termini di transizione ecologica, a partire dall’anticipo dell’uscita dal carbone: non più al 2038 ma al 2030.

Altra personalità di spicco nella squadra di Scholz è quella del nuovo ministro della Salute, Karl Lauterbach. Epidemiologo 58enne, da mesi è molto presente su giornali, tv e radio tedesche in ragione della pandemia. Anche in questo caso si tratta di una scelta coraggiosa da parte del cancelliere, poiché essendosi esposto fortemente, Lauterbach ha ottenuto nel corso del tempo sostenitori ma anche detrattori.

Alla Salute un medico, mentre in Germania si discute di rendere obbligatori i vaccini

In Germania, inoltre, si sta valutando la possibilità di rendere obbligatorio per tutti il vaccino anti-Covid, il che necessariamente provocherà uno scontro nel paese.

Per un decennio presidente dei Verdi, Cem Ozdemir dirigerà il ministero dell’Agricoltura, mentre al segretario generale dei liberali sono stati affidati i Trasporti e il Digitale. Anche questo è stato un punto di scontro con i Verdi, che speravano di poter ottenere tale responsabilità, considerata strategica nell’ambito della transizione ecologica.

Chi è l'autore:
Raccontaci qualcosa di te.

Partecipa!

Cosa aspetti?
La confederazione della Nazione Umana Unita è aperta a tutti

Commenti

Ancora nessun commento
Translate »
error: Content is protected !!