Fescaaal, il festival di cinema dai tre continenti compie trent’anni e debutta online

Non solo Hollywood. Per amare davvero il cinema e godere di tutte le sue infinite sfaccettature bisogna sapersi aprire anche a sguardi nuovi e insoliti. Come quelli che il Festival del cinema africano, d’Asia e America Latina – Fescaaal offre al pubblico da trent’anni esatti. L’edizione in programma dal 20 al 28 marzo 2021, con il claim MiWorld from A to Zebra, celebra infatti un compleanno speciale per la kermesse milanese, che dal 1991 rappresenta l’unico festival in Italia interamente dedicato al cinema dei tre continenti. I momenti più memorabili di queste tre decadi sono stati ripercorsi attraverso un lavoro certosino di selezione e ricerca negli archivi del Fescaaal, che ha permesso di realizzare un video celebrativo, con tante pillole e ricordi.

30 di FESCAAAL: anno 1991

Ormai lo sapete, in questo 2021 festeggiamo un compleanno molto importante: 30 anni di Festival!Abbiamo rovistato tra gli armadi con le nostre memorie, ravvivato ricordi bellissimi, digitalizzato video e foto di repertorio e ci siamo emozionati tanto. Abbiamo prodotto 30 pillole, una per ogni anno di Festival, per ricordare e festeggiare insieme a voi.Qui correva l’anno 1991, l’anno della prima edizione del Festival.Ma tutte le edizioni – per ora fino all’anno 1999 – le trovate su:- Instagram, sul canale IGTV qui 👉https://www.instagram.com/fescaaal/channel/- Youtube, nella playlist dedicata qui 👉 https://www.youtube.com/playlist?list=PLmkH04IZr0ADtth_PntXP6aIkXZpjdHHOThanks to DAC – Digital Archive with Creativity😎 Buona visione

Posted by Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina on Wednesday, March 10, 2021

Il debutto virtuale, un’occasione per tutti

Dopo la cancellazione dello scorso anno, causa covid, Fescaaal debutta con un format virtuale che permetterà di allargare e diversificare la sua consueta platea, contando anche su un nuovo sito ricco di contenuti e un palinsesto denso di appuntamenti, con ospiti internazionali, registi emergenti e autori di grande rilievo. Un’occasione preziosa sia per gli appassionati che seguono il festival da tempo, sia per chi desidera scoprire nuovi linguaggi del cinema indipendente, che spesso fatica ad arrivare a un vasto pubblico, ma che, altrettanto spesso, ha tantissimo da raccontare. Tra gli appuntamenti da segnarsi in agenda c’è la tavola rotonda Africa Talks dal titolo Cityscapes: le trasformazioni dell’Africa urbana, che avrà tra i suoi ospiti anche la sindaca di Freetown, Yvonne Aki-Sawyerr Obe, inserita dalla Bbc nella lista delle cento donne più influenti nel 2020, che parlerà della transizione ambientale di questa metropoli in grande crescita.

Fescal 2021, Le miracle du saint inconnu
Le miracle du saint inconnu di Alaa Eddine Aljem (Marocco, Francia, Qatar) è una commedia dai toni burleschi che racconta il Marocco contemporaneo, vittima delle superstizioni e dei cambiamenti climatici © Fescaaal

Fescaaal 2021, il programma della trentesima edizione

La trentesima edizione del Fescaaal sarà inaugurata sabato 20 marzo da uno dei film dell’Africa sub-sahariana più importanti dell’ultimo decennio, La nuit des rois (Night of the kings), del regista franco-ivoriano Philippe Lacôte. Presentato all’ultima Mostra del Cinema di Venezia e ora nella lista preliminare per l’Oscar 2021 nella categoria Miglior film straniero il film è ambientato nell’infernale prigione di Abidjan, la Maca, in Costa D’Avorio.

Il programma del Fescaal prevede 50 film, selezionati su 600 candidature, con 22 prime italiane, tre prime europee e una prima mondiale. Tutte le opere saranno sottotitolate in italianofruibili online per nove giorni sulla piattaforma MyMovies.it, previo abbonamento (standard di 10 euro e gold-sostenitori di 30 euro). Il pubblico potrà incontrare virtualmente i registi e gli autori, che parteciperanno alle Q&A e agli eventi online, organizzati ad accesso libero su Zoom (per tutti gli iscritti alla newsletter) e trasmessi in streaming sui canali social del festival. La programmazione ufficiale comprende tre sezioni competitive: il Concorso lungometraggi finestre sul mondo, con fiction e documentari dai tre continenti in anteprima nazionale; il Concorso cortometraggi africani, con opere di giovani registi dal continente africano; il Concorso Extr’A, riservato a registi italiani o stranieri residenti in Italia con opere che affrontano tematiche d’integrazione.

Donne sull’orlo di cambiare il mondo

Vere protagoniste di Fescaaal 2021 saranno le donne. Oltre ad aver selezionato una giuria tutta al femminile per i lungometraggi (composta da Hinde Boujemaa, Beatriz Seigner, Michela Occhipinti), il festival ospiterà infatti la sezione speciale Donne sull’orlo di cambiare il mondo, interamente dedicata a registe provenienti da Africa, Asia e America Latina. Un’idea portata avanti con entusiasmo dalle direttrici artistiche del festival Annamaria Gallone e Alessandra Speciale, a cui va il merito di essere state tra le prime direttrici artistiche di festival cinematografici in Italia: “In questi trent’anni di festival abbiamo incontrato, invitato, premiato un gran numero di donne, filmmaker, artiste, guerriere dei tre continenti che, attraverso il cinema, si sono attivate in prima persona per operare un cambiamento, ribaltare uno stereotipo, raccontare il mondo attraverso nuove prospettive. Questa trentesima edizione vogliamo dedicarla a loro”.

L’iniziativa si inserisce anche nel palinsesto I talenti delle donne, promosso dall’assessorato alla cultura del Comune di Milano per l’anno 2020/2021.

Fescaaal 2021, White Snake
White Snake di Amp Wong, Zhao Ji (Cina, Stati Uniti) è il primo kolossal cinese in computer animation in coproduzione con la Warner. Unisce fantasy, musical e romance © Fescaaal

Rivelazioni e risate

Tra le sezioni parallele, Flash presenterà anteprime di rilievo di registi affermati, tra le quali quella di Mlk/Fbi, il nuovo documentario di Sam Pollard (storico produttore e montatore di Spike Lee) che racconta le persecuzioni e la sorveglianza serrata che l’Fbi perpetrò nei confronti del leader del movimento per i diritti civili Martin Luther King Jr. Verità confermate solo adesso, grazie alla pubblicazione di alcuni documenti desecreatati e che fotografano una delle pagine più oscure della storia dell’ufficio investigativo federale americano.

Piccolo spazio anche a toni più lievi con la sezione E tutti ridono…, che quest’anno ospita la commedia drammatica Three Summers della regista/artista brasiliana Sandra Kogut che racconta con ironia e humour amaro la corruzione del Brasile contemporaneo.

MiWorld Young Film Festival
La seconda edizione MiWorld Young Film Festival si svolge dal 15 al 28 marzo 2021 © Fescaaal

MiWorld Young Film Festival, la rassegna per le scuole

Non è mai troppo presto per imparare a confrontarsi con linguaggi cinematografici insoliti e storie che vengono da lontano. Lo dimostra il successo della seconda edizione di MiWorld Young Film Festival, la rassegna che Fescaaal dedica al pubblico più giovane, che ha già ricevuto l’adesione di 178 scuole e 4mila studenti. Dal 15 al 28 marzo i ragazzi potranno assistere alle proiezioni di 13 film selezionati per loro, visitare luoghi lontani e incontrare i registi dei tre continenti. Un’occasone che diventa l’alternativa virtuale ai viaggi d’istruzione a cui quest’anno i ragazzi hanno dovuto rinunciare e che rappresenta un ottimo spunto per stimolare il dialogo interculturale previsto dal percorso di educazione alla cittadinanza globale, presente nel piano didattico di educazione civica.

Info

Festival del cinema africano, d’Asia e America Latina – Fescaaal è in programma dal 20 al 28 marzo 2021, sulla piattaforma online MyMovies.it, previo abbonamento

Chi è l'autore:
Raccontaci qualcosa di te.

Partecipa!

Cosa aspetti?
La confederazione della Nazione Umana Unita è aperta a tutti

Commenti

Ancora nessun commento
Translate »